Si chiama Wib (Warehouse in a box, letteralmente "Magazzino in scatola") e si presenta come il supermercato del futuro. Si tratta dell'idea di un giovane ingegnere meccatronico siciliano, Nino Lo Iacono, che ha sviluppato un innovativo punto vendita "compatto", attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Wib è un'evoluzione del tradizionale concetto di distributore automatico: è una struttura di pochi metri quadrati in grado di commercializzare prodotti alimentari di vario tipo, inclusi alimenti freschi, ma non solo (al momento si parla di circa 200 referenze).

Il cliente può scegliere se acquistare direttamente dalla macchina o effettuare un ordine tramite il suo smartphone, selezionando per il ritiro il punto più vicino. In questo modo, è possibile fare la spesa ad ogni ora, comodamente da casa o da qualsiasi posto in cui ci si trovi, passando a ritirare i prodotti quando si vuoleAttraverso questo sistema, inoltre, è possibile anche gestire promozioni e valutare le esigenze del mercato in tempo reale.

La storia di questo progetto è iniziata nel 2010, quando Nino Lo Iacono – dopo una laurea in Ingegneria Meccatronica al Politecnico di Torino e un paio di anni al centro ricerche Fiat – ha deciso di diventare un imprenditore. Come ha raccontato al Giornale di Sicilia, ha deciso di aprire il suo primo business in Sicilia, creando la sua società di consulenza in meccatronica ed automazione. Attraverso una raccolta fondi sul portale siamosoci.com, il progetto di Wib ha raccolto in pochi giorni 649.000 euro: adesso partiranno le prime sperimentazioni sul territorio, grazie all'interesse degli store di Coop Sicilia.