Una triste vicenda è avvenuta in Umbria, a un uomo di origini siciliane. Giovanni Irrera, questo il suo nome, è morto in casa e il suo cadavere è stato rinvenuto soltanto dopo due mesi dal decesso. Era arrivato nella piccola comunità di Acquasparta da solo ed è andato via in solitudine. A riportare la notizia è BlogSicilia.it, che spiega:

Una ex moglie ed una figlia che non si sono fette sentire neanche durante il periodo natalizio.
Solo tristezza infinita. Il parroco ha deciso di intitolare la sede Caritas al nostro “paesano” Giovanni Irrera nativo di Messina.

“La comunità si interroga su cosa era possibile fare ma adesso è troppo tardi – scrive una parrocchiana su Facebook – Invito Voi credenti ad effettuare una preghiera affinché adesso riposi in pace”.

Articoli correlati