Salemi_mokartaNell’ambito del Corso di Archeologia Protostorica, organizzato da SiciliAntica, si svolgerà Domenica 16 Febbraio 2014 una visita guidata a Salemi e Mokarta. Dopo l’arrivo a Salemi è prevista la visita guidata al villaggio preistorico di Mokarta. Il sito viene denominato “La Pompei della preistoria” perchè la città subì una distruzione violenta forse ad opera di un popolo invasore  identificato con gli Elimi che, dopo aver sterminato la popolazione maschile, si stabilì con le loro donne nel  vicino sito di Monte Polizzo. Successivamente il pianoro di Mokarta venne occupato da una comunità islamica a cui  appartengono le rovine del Castello. Sarà possibile vedere anche la Necropoli a grotticelle con tombe scavate nella roccia dislocate su più livelli. Nel pomeriggio è prevista invece la visita del Museo Archeologico di Salemi, realizzato nel 2013. L’esposizione dei reperti segue un criterio prettamente didattico. Si inizia con i materiali provenienti da ricognizioni di superficie effettuate in territorio salemitano, e quelli  venuti alla luce dalla interessante tomba a Tholos dell’età del rame scoperta in contrada Pitrazzi. Si passa poi a Mokarta con i grandi vasi su altopiede con decorazione ad incisione con linee parallele, utilizzati per scopi cultuali, corni fittili, fuseruole, cucchiai, aghi, asce ed un particolare vaso multiplo. Nella successiva stanza, dedicata a Monte Polizzo, sono esposti: “La capeduncola” un vaso attingitoio con ansa antropomorfa di fattura Elima, coppe di importazione a vernice nera, diversi vasetti con decorazione impressa ed incisa, ed un piatto islamico perchè il sito, dopo una prima fase Elima VIII- VII a. C. che durò fino alla fine del VI inizi V sec. a.C, divenne nel IV sec. a. C. un punto di avvistamento punico, infine nel XI sec. venne occupato da una piccola comunità islamica. In un’altra stanza sono esposti i reperti archeologici provenienti dal sottosuolo del centro storico di Salemi, fra i materiali più importanti ricordiamo un orecchino d’oro del IV sec. a.C con decorazione a testa Leonina. Inoltre visita del Museo Garibaldino che ricorda l'impresa di Garibaldi, il quale il 14 Maggio 1860 proclamò Salemi prima capitale dell' Italia unita. Visita del Museo della Mafia con cabine multimediali che illustrano il fenomeno della mafia in diversi ambienti, politico, sanitario, commerciale ecc, segue la sezione dedicata al sacco di Palermo negli anni ‘60, una stanza con un rumore assordante di macchina da scrivere, dove si trovano le gigantografie di tutte le testate giornalistiche che descrivono eventi di cronaca legati alla mafia. Visita al Museo del Pane Rituale di Salemi dove è possibile ammirare una tradizionale “cena” di S. Giuseppe, un’esposizione di pani che  venivano realizzati nella città di Salemi durante varie ricorrenze religiose insieme a quelli che si realizzano in tutta la Sicilia sempre in occasione di feste religiose.

Per informazioni tel. 091.8112571 – 346.8241076.