SIRACUSA – Bruttissimo caso di violenza domestica a Siracusa. Un uomo in regime di arresti domiciliari avrebbe picchiato, vessato e intimorito ogni giorno il fratello gravemente disabile per impossessarsi della casa dove vivevano insieme.

Ad accorgersi di tutto gli agenti delle volanti della polizia di hanno arrestato il siracusano 57enne, accusato per i reati di evasione, lesioni e minacce. Addosso all'uomo è stata trovata una pistola giocattolo calibro 9. Gli agenti lo hanno è stato bloccato e portato in carcere.

Il 57enne già sottoposto agli arresti domiciliari per gravi reati come rapina, estorsione, associazione a delinquere e spaccio. L'uomo è accusato di aver approfittato dello stato di grave disabilità del fratello e di averlo picchiato continuamente per impossessarsi in via esclusiva dell’immobile in cui vivevano.