Un MMS può danneggiare circa un miliardo di smartphone Android in tutto il mondo: l'allarme arriva da Zimperium, start up che si occupa di sicurezza informatica, e riguarda una gravissima falla, denominata Stagefright, grazie alla quale i malintenzionati possono "bucare" con facilità il sistema operativo.

All'hacker basta un banale MMS per entrare in uno smartphone Android, prelevarne i dati e prendere il controllo del dispositivo. Il problema è che il messaggio è auto-installante e non necessita di essere aperto per infettare il telefono: la contaminazione avviene proprio al momento della ricezione, ancora prima che l'utente abbia sentito la suoneria di notifica di ricezione.

L'hacker, quindi, necessita solo di un numero di telefono. Tutte le versioni di Android dalla 2.2 sono vulnerabili: si tratta del 95% dei dispositivi in circolazione. Google è già corsa ai ripari, rendendo disponibile una patch, ma  l'aggiornamento dei sistemi sarà lento: meglio tenere gli occhi aperti.