Il Viminale ha stanziato 2,5 milioni di euro in favore di 54 Comuni rivieraschi per il contrasto all’abusivismo commerciale e la realizzazione di campagne di sensibilizzazione. Nello specifico si tratta di 15 amministrazioni beneficiarie del Nord, 23 del Centro e 16 del Sud: tra questi ci sono anche quattro Comuni siciliani, cioè Taormina, Giardini Naxos, Cefalù, San Vito Lo Capo. 

«Finalmente spiagge sicure e ripulite, senza venditori abusivi», ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che ha promosso l’iniziativa. 

Lo stanziamento disposto dal Viminale provenie dal Fondo unico giustizia e giungerà nelle casse dei Comuni a vocazione turistica che hanno presentato progetti idonei per il piano “Spiagge sicure 2018”: da Riccione a Pietrasanta, da Taormina ad Alghero, da Ischia a Otranto.

I progetti, destinatari di un massimo di 50mila euro l’uno, riguardano principalmente l’assunzione a tempo determinato di personale della polizia locale, il pagamento degli straordinari, l’acquisto di mezzi e attrezzature da fornire al personale dei Comuni per contrastare l’abusivismo commerciale e promuovere campagne di sensibilizzazione.

«Spero che gli italiani che riescono a fare qualche giorno di vacanza abbiano più tranquillità e meno questuanti intorno»  ha dichiarato il ministro dell’Interno Matteo Salvini.