02020202E’ oggi l’ultimo giorno di attività per i collegamenti veloci tra Messina e Reggio Calabria: fino al momento, infatti, non ci sono comunicati ufficiali da parte della compagnia Ustica Lines su deroghe o proroghe di continuità del servizio. L’altra linea, Messina-Villa San Giovanni, dovrebbe invece rimanere in attività.

L’assessore ai Trasporti della Regione CalabriaLuigi Fedele ha già detto che, di concerto col collega siciliano Domenico Torrisi, sta cercando di fare pressioni su chi di competenza (il Ministero) per ripristinare il servizio.

pontile-metromare-messinaOltre alla polemica sul perché la Ustica Lines finora non aveva mai dato il proprio assenso alla proroga per continuare i collegamenti sullo Stretto in attesa di un nuovo bando ufficiale, monta il malcontento degli utenti (diverse migliaia) che quotidianamente utilizzano gli aliscafi per motivi di studio e lavoro, così come crescono le perplessità sul progetto stesso di “area metropolitana dello Stretto”che, da questa vicenda, subisce un pesante contraccolpo.

Il deputato nazionale di Ncd Enzo Garofalo ha fatto sapere di star lavorando febbrilmente, in queste ore, per risolvere la questione. Il parlamentare messinese sembra ottimista sul fatto che entro oggi il tutto si possa risolvere. “Al ministero dei Trasporti di Roma si sta lavorando in questo senso – conferma – e sono fiducioso”. Garofalo avrebbe contattato anche l’armatore, per cercare di giungere ad una soluzione che eviti di interrompere così bruscamente la continuità territoriale tra le due sponde dello Stretto. Un servizio già deficitario, eccessivamente costoso e solo parziale, povero di collegamenti in modo particolare nelle ore serali, notturne e nei weekend, ma comunque essenziale per chi ogni mattina deve attraversare lo Stretto per motivi di studio e lavoro ma da domani non potrà più farlo se non tramite Villa San Giovanni, sobbarcandosi ulteriori costi e tempi di percorrenza molto più lunghi…

Serena Freni
StrettoWeb