Tonni e aragoste fuori legge, sequestri a Palermo e a Trapani. Due episodi diversi ma un minimo denominatore comune, il mancato rispetto delle regole. La Capitaneria di Porto di Palermo ha sequestrato 12 esemplari di tonno – due tonnellate totali di peso – che stavano per essere trasportati nel mercato di Porticello a Santa Flavia, in provincia di Palermo. Il pesce è stato dato in beneficenza al Banco alimentare e alla missione di Biagio Conte. Elevata una multa di ben 4 mila euro gli autisti dei furgoni che trasportavano il pesce, peraltro privo di bolla e di qualsivoglia tracciabilità.

La Capitaneria di Porto di Mazzara del Vallo in provincia di Trapani, invece, ha sequestrato 400 aragoste e 10 astici – valore fino a 150 mila euro – in un impianto abusivo per la stabulazione e il mantenimento di crostacei allo stadio novellame. Lo stabilimento era sprovvisto di autorizzazione commerciale e sanitaria. Il gestore dell'impianto, un uomo di 54 anni, è stato denunciato. Dopo il sequestro, i crostacei sono stati ributtati in mare aperto.