La tragedia ferroviaria avvenuta in Puglia fa ancora discutere. Anche per propaggini che mai ci si sarebbe aspettati di vedere. Un bieco post razzista su Facebook, infatti, ha scatenato l'ira del web. "20 terroni deceduti, grande notizia. 20 non sono tanti, ma è pur sempre meglio di niente. Che Dio benedica i malfunzionamenti e i disagi che affliggono sempre più la terronia", ha scritto un utente.

I "leoni da tastiera" non si sono fatti attendere. Dopo aver visto il post, diventato virale in pochissimo tempo, hanno cercato l'autore su Facebook, trovando però soltanto un omonimo, un ragazzo di Caltanissetta. Inconsapevoli del qui pro quo, gli hanno riempito la bacheca di minacce e insulti.

Qual è la verità? Il profilo del reale autore di quella sortita infelice è stato chiuso. In questo momento non si sa se volontariamente, da Facebook o dalla polizia postale.