TRAPANI – Giuseppe La Francesca, pluripregiudicato trapanese di 46 anni, è stato arrestato in seguito al ferimento, il 18 maggio scorso, di un uomo di 33 anni. La vittima raccontò ai poliziotti di essere stato raggiunto a una gamba da alcuni colpi di pistola, dicendo però di non sapere chi fosse l'autore.

L'episodio ebbe come scenario il quartiere popolare di Fontanelle Milo, denominato "Bronx". Pare che il bersaglio di La Francesca fosse un altro uomo, che si trovava insieme al 33enne. L'aggressore è finito in manette con le accuse di tentato omicidio, detenzione e porto illegale di arma da fuoco.

Una sparatoria scaturita da un litigio apparentemente per un'auto mal parcheggiata ma di fatto ci sarebbero ben altre ragioni legate a traffici illeciti. Gli agenti hanno accertato che la vittima sapeva bene chi era stato a sparare ma, probabilmente, stava meditando una ritorsione contro l’aggressore e per questo non ha fatto mai il suo nome.

Dai numerosi interrogatori si è capito che molti parenti e amici della vittima e dello stesso aggressore sapevano quanto accaduto ma nessuno ha voluto rompere il muro di omertà. Ugualmente però i poliziotti sono riusciti a chiarire l'accaduto e probabilmente hanno evitato un altro fatto di sangue.