Morde il dito di un vigile

Arriva l’assoluzione per un trapanese di 55 anni, sotto processo per avere aggredito, nell'ottobre scorso, un vigile urbano romano, staccandogli con un dito della mano con un morso. Francesco Fundarò, originario di Castellamare del Golfo sarebbe stato assolto perché non imputabile per vizio totale di mente. La sentenza è stata emessa dal gup di Roma, Riccardo Amoroso, al termine del processo che si è svolto col rito abbreviato che ha portato all’assoluzione dell’uomo.

L’Aggressione – Il trapanese, il 24 ottobre 2013, era a bordo del suo scooter in via Ostiense, quando due vigilesse gli intimarono l'alt per un controllo. L’uomo aggredì le due agenti della polizia municipale, staccando il dito mignolo della mano sinistra ad un terzo collega intervenuto per difendere le due donne.

L’uomo fu arrestato e condannato agli arresti domiciliari, dai quali evase per due volte.  Nel corso del processo per evasione fu disposta una perizia medico-legale sulla capacità di Fundarò che ha stabilito la sua non imputabilità per vizio totale di mente.