Travolta e uccisa lungo la statale 123 tra Canicattì e Campobello di Licata. Non c’è stato nulla da fare per una ragazza di 21 anni di Porto Empedocle. La giovane, con difficoltà psichiche, era stata ricoverata presso il reparto di psichiatria dell’ospedale Barone Lombardo di Canicattì, dal quale si era allontanata volontariamente.

A riportare la notizia dell’incidente è Grandangoloagrigento.it. Purtroppo la 21enne è morta sul ciglio della strada. All’inizio del mese di novembre era stata protagonista di un tentativo di suicidio.

L’uomo alla guida dell’auto che ha investito e ucciso la giovane – 43 anni di Canicattì – si sarebbe in un primo momento allontanato salvo poi tornare sul luogo dell’incidente e raccontare tutto ai carabinieri della Compagnia di Licata e dai militari della stazione di Naro agli ordini del maresciallo Gelardi. Risponderà di omicidio stradale e omissione di soccorso.