Si continua a indagare per fare luce su una drammatica vicenda avvenuta a Catania. Una donna di 26 anni è stata arrestata per aver ucciso il figlio di tre mesi, scaraventandolo a terra.

Il padre della 26enne ha rilasciato alcune dichiarazioni relative all’accaduto: «È stato un incidente, mia figlia amava tanto suo figlio, lo ha voluto con tutte le sue forze. Ha avuto un parto complicato, rimanendo ricoverata per 10 giorni dopo la nascita del piccolo. Aveva già sofferto da piccola per la perdita della madre. Era depressa e io avevo prenotato una visita specialistica per lei».

L’avvocato della donna ha aggiunto: «Quel giorno stava male e aveva chiamato suo padre, che era al lavoro, per dirgli se poteva tornare a casa. La signora aveva avuto un’infanzia dolorosa per la morte della madre, che ha perso quando aveva 11 anni. Quando è rimasta incinta è andata a vivere con il padre e la nonna». Secondo l’avvocato, ha sofferto di «una grave forma di depressione post partum, che ha aggravato la sua condizione di persona fragile psicologicamente».