Lo scorso 10 ottobre, gli agricoltori di Palma e Licata avevano subito danni ingentissimi a causa della tromba d’aria che aveva diviso in due la zona dell'agrigentino. 

Dopo un lungo periodo di inattività arriva finalmente la risposta del governo. C'è tempo quindi sino ai primi di marzo per presentare le istanze necessarie per ottenere il ristoro previsto dalla declaratoria dello stato di calamità naturale dichiarata dal governo Renzi.

A renderlo noto è stato l’Ufficio servizio agricoltura di Agrigento del dipartimento regionale dell’assessorato all’Agricoltura.

“Si evidenzia che le istanze di intervento devono essere presentate entro il termine perentorio di 45 giorni dalla data di pubblicazione del decreto di declaratoria. I Comuni di Licata e Palma di Montechiaro dovranno provvedere ad esporre per quindici giorni all’albo pretorio gli atti contenenti la valutazione dei danni e le aree delimitate”.