Trova il suo sosia su un aereo, si scattano un selfie e la foto viene pubblicata su Twitter. Fin qui una storia senza dubbio particolare, ma la vera "stranezza" arriva un po' dopo. Come racconta con dovizia di particolari il "Telegraph", infatti, sempre attraverso i social network spunta un terzo sosia, del tutto identico ai primi due. Guardare per credere.

Daniele Podini, un medico esperto di riconoscimento facciale alla George Washington University di Washington DC, ha detto al "Science Line" che i nostri geni si combinano in modo casuale ed è probabile trovare qualcuno che ci somigli.

In questo caso i due uomini si somigliano veramente tanto, una coincidenza tanto peregrina quanto divertente. Non capita a molti, forse a nessuno, di trovare il proprio sosia seduto sul sedile accanto su un aereo. A questi due tipi particolarmente simpatici è successo. Il condimento dei social ha fatto il resto…