Adesso è ufficiale: Twitter abolisce il limite dei 140 caratteri. Come si vocifera già dallo scorso gennaio, il social ha deciso di ampliare lo spazio a disposizione senza perdere del tutto la sua caratteristica distintiva. Il tetto, sostanzialmente, rimane. La novità risiede nella possibilità di corredare il cinguettio con il nome di un altro account (solo nel caso in cui si stia rispondendo allo stesso), con foto, gif, video, sondaggi, citazioni di altri tweet senza perdere caratteri preziosi.

Si potrà, inoltre, chiamare in causa un altro utente a inizio messaggio senza dover mettere il puntino davanti alla chiocciola: tutte le citazioni saranno potenzialmente comunque visibili all’intera lista di follower. E ancora si potrà retwittare o citare anche le proprie esternazioni. Continueranno a essere conteggiati i link e non è arrivata l’attesa possibilità di modificare in corsa quanto digitato e condiviso, come consentito da Facebook. La modifica sarà disponibile nei prossimi mesi.