Abbassare l'Iva sugli assorbenti. Una proposta di legge denominata "Tampon Tax" per ridurre l'Iva dal 22% al 4% su assorbenti igienici, tamponi, coppe e spugne mestruali. L'idea è di Pippo Civati, deputato di "Possibile" fuoriuscito dal PD, e dei suoi compagni di partito Beatrice Brignone, Luca Pastorini e Andrea Maestri.

L'ironia, manco a dirlo, ha invaso i social e tutti i mezzi d'informazione, ma Pippo Civati non ci sta: 

"Non c'è nulla da ridere. Per una donna l'assorbente è un bene di prima necessità e per questo va equiparato ai beni di prima necessità. Questa campagna ha già avuto risultati in Francia e ne sta discutendo mezza Europa, è una questione di dignità. Noi siamo persone eleganti e gentili che però dicono delle cose rigorose. Penso sia una cosa che faccia risparmiare molti soldi a molte donne tutti i mesi".

Beatrice Brignone, l’unica donna tra i promotori, ha aggiunto: "L’igiene femminile è anche una questione politica, sociale e sanitaria di cui ogni Governo deve riconoscerne l’importanza. Questo è un primo passo verso nuove e avanzate politiche sociali".