Più di 50 persone potrebbero rischiare il contagio da vaiolo delle scimmie, dopo che nel Regno Unito ne è stato registrato un caso. Un ufficiale della Marina nigeriana, arrivato in Inghilterra per prendere parte a un addestramento del ministero della Difesa presso una base della Royal Navy, è risultato positivo al virus.

L'uomo ha viaggiato su un volo per Londra insieme ad altre 50 persone. L'ufficiale, una volta arrivato in Inghilterra, ha avverito i primi sintomi: il vaiolo delle scimmie è simile al vaiolo ma non altrettanto letale. I casi di mortalità variano dall'1 al 10% e la maggior parte delle persone riesce a guarire, ma in alcuni casi può anche uccidere.

Il ministero della Salute sta effettuando i dovuti controlli e ha reso noto che al momento non c'è alcuna allerta. I sintomi includono febbre, mal di testa, dolori muscolari, mal di schiena, linfonodi ingrossati, brividi e stanchezza, in un secondo momento compaiono le prime bolle sul viso e poi sul resto del corpo. 

I medici che hanno in cura l'ufficiale hanno precisato che la malattia «Non si diffonde facilmente tra le persone e il rischio di trasmissione al grande pubblico è molto basso. Stiamo utilizzando severe procedure di isolamento in ospedale per proteggere il nostro personale e i pazienti».