Voleva riprendersi il marito infedele e, per farlo, ha organizzato in ogni dettaglio una spedizione punitiva a casa della sua rivale in amore. L'episodio è avvenuto a Castello di Godegno, cittadina in provincia di Treviso, ed è stato riportato da "Il Gazzettino di Treviso". Una donna, intenzionata a riportare a casa suo marito, si è fatta accompagnare da un gruppo di persone armate di mazze e bastoni.

La moglie tradita e il gruppo (sarebbero state due auto cariche di donne, uomini e persino un bambino di 4 anni) sono arrivati dinanzi la casa della rivale. La donna, però, era stata avvisata ed è scesa in piazza a sua volta, con alcuni amici pronti a difenderla. Tra parolacce e insulti, le persone coinvolte hanno allarmato i residenti del quartiere, che hanno chiamato le forze dell'ordine.

Sono intervenute due pattuglie dell'Arma, seguite da un'auto della polizia e da un'altra delle guardie giurate, riportando la calma. Secondo quanto riportato dal quotidiano veneto, la moglie tradita, prima di abbandonare la piazza, avrebbe gridato "Tanto verrò a riprendermelo, te lo giuro".