Riparte la Via dei Librai per Palermo con una tappa carica di significati profondi in un luogo che periferia della città ma nello stesso tempo ne rappresenta il cuore.

Il secondo appuntamento della fiera letteraria che lascia il suo tradizionale teatro del Cassaro infatti sarà a Brancaccio in piazzale Anita Garibaldi proprio davanti la casa museo di Don Pino Puglisi lo stesso luogo, lo stesso marciapiede dove il 15 settembre del 1993 venne assassinato il prete antimafia oggi diventato beato.

Saranno tre gli appuntamenti concentrati tutti nel pomeriggio di domani, giovedì 20 ottobre, che si svolgeranno sul marciapiede dove sono stati installati i pannelli che ripercorrono la storia di Don Puglisi, il suo martirio e l’attività del centro Padre Nostro voluto dal parroco di Brancaccio per arginare lo strapotere mafioso delle cosche e in particolare della famiglia Graviano nel reclutare la giovane manovalanza per le loro attività illecite.

Ad aprire gli appuntamenti sarà alle 16 Augusto Cavadi che parlerà sul tema “Volontariato in crisi, diagnosi e terapia” l’argomento che dà il titolo al suo libro edito da il pozzo di Giacobbe. Un argomento fondamentale soprattutto per chi opera nelle periferie e per tutti coloro che mettono a disposizione il proprio operato a vantaggio della comunità. Discuterà con l’autore la giornalista di Repubblica Claudia Brunetto

Seguirà l’incontro alle 17 tra Don Sergio Ciresi, vice Direttore della Caritas della Arcidiocesi di Palermo, Francesco Lombardo del comitato scientifico della Via Dei Librai e vice Presidente della Fondazione San Giuseppe dei Falegnami, Giuseppe Paliaga consigliere Fondazione San Giuseppe dei Falegnami, sul tema: Le comunità periferiche: l’esperienza di Brancaccio.

Quindi a chiusura del pomeriggio di incontri alle 18 toccherà a Giusi Mannelli, docente, psicologa e scrittrice parlare del suo dal “Body shaming al body Loving” edizione ex Libri con il giornalista Roberto Leone.

Il secondo appuntamento della Via dei Librai per Palermo fa seguito all’esordio dell’iniziativa voluta dall’associazione Cassaro alto che organizza la Via dei Librai lungo l’asse di via Vittorio Emanuele, per allargare gli orizzonti dell’iniziativa e coinvolgere i luoghi che sono lontani dal centro storico. Quindi dopo l’esordio del mese di luglio nella piazza di Mondello si è scelto come seconda tappa il quartiere di Brancaccio e in particolare lo spazio antistante la casa museo del beato Pino Puglisi.

Un modo per coinvolgere un angolo della città in una delle iniziative che vede partecipare durante il periodo classico del ponte del 25 aprile migliaia di persone alla ricerca di un libro e soprattutto del senso di stare insieme per leggere ascoltare e riflettere sui temi proposti dalla fiera libraria.

Il Cassaro sarà presente a Brancaccio grazie alla Libreria Zacco che organizzerà un banchetto di vendita di libri in piazzale Anita Garibaldi, che resterà aperto sino al termine della manifestazione.

L’iniziativa è promossa dal Comitato La Via dei Librai e da Significa Palermo ETS insieme all’associazione Cassaro alto e ad A.L.I. Associazione Librai Italiani – Confcommercio con il patrocinio del Comune di Palermo, con il supporto di Confcommercio Imprese per l’Italia – Palermo e della Fondazione S. Giuseppe dei Falegnami e la Caritas della Arcidiocesi di Palermo.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia