VILLABATE (PALERMO) – Avevano escogitato un particolare sistema per avere la luce gratis nel parco gioco, ma sono stati arrestati. L'allaccio abusivo alla rete pubblica permetteva addirittura di decuplicare la potenza del contatore. A Villabate, in provincia di Palermo, sono finite in manette 8 persone, accusate di furto aggravato di energia elettrica. Gli arrestati sono stati sottoposti al regime dei domiciliari. 

I titolari delle varie ditte che gestiscono le giostre non avrebbero sborsato un centesimo per la luce che arrivava nell'area. Sono quindi partiti i controlli dei finanzieri di Bagheria, i quali, insieme ai tecnici dell'Enel, hanno effettuato un sopralluogo. Un controllo che ha accertato la presenza del collegamento alla rete pubblica.

Nel corso del controllo, la Guardia di Finanza ha notato vicino al contatore elettrico due cassette in vetroresina collegate attraverso grossi cavi all’impianto stradale. Dentro le cassette si trovavano due interruttori che permettevano autonomamente di aumentare la potenza.