L'ultimo osservatorio di sostariffe.it ha analizzato costi e risparmi della bolletta gas in Sicilia mettendo a confronto i dati del 2015 con quelli del 2014. I cittadini di Messina consumano di più (1331 m3 annui) e pagano le fatture più salate, fino a 1.135,60 euro. Ad Agrigento, di contro, i consumi ammontano a meno della metà. È dimostrato, poi, che chi cerca un nuovo fornitore consultando le offerte risparmia anche il 60%, quasi 500 euro. Questa tabella riassume i dati più interessanti.

Alcune province sicule sono palesemente più economiche di altre, ma il risparmio che deriva dalla comparazione fornitori online giova a tutti i consumatori. Da Messina ad Agrigento, infatti, il confronto prezzi dal sistema di sostariffe.it garantisce tagli in bolletta che vanno da 186,33 euro a circa 500 euro.

Entrando nel dettaglio, è possibile spendere meno, nell'ordine di una forbice compresa tra 291 e 625 euro? Sì. Ecco come fare:

– Abbassare la temperatura in casa di 1°C, perché non è necessario che casa diventi una sauna per stare bene senza soffrire il freddo 

– Sostituire l’impianto tradizionale con una caldaia a condensazione, che fa risparmiare il 27% sulla spesa relativa al gas.

– Utilizzare le valvole termostatiche, che regolano l'afflusso di acqua calda ai termosifoni in modo automatico. Utilizzarle è sinonimo di convenienza perché evitano sprechi di calore fino al 15%.