Da mercoledì 5 a domenica 9 ottobre, Mondello (Palermo) diventa capitale mondiale dello sport, con gli eventi della Windsurfer World Championship, i campionati del mondo che vedono in lizza quasi 400 velisti, in rappresentanza di 25 nazioni.

Windsurfer World Championship a Mondello

In programma, nella celebre borgata marinara di Palermo, regate delle specialità course-race (regate di flotta), slalom, freestyle e, in chiusura, domenica la Long-distance da Mondello ad Isola delle Femmine e ritorno. Il comitato di regia, spiega BlogSicilia.it, ogni giorni chiamerà in acqua i velisti, dettando i tempi e gli orari.

Rispetto all’ultima edizione di Torbole, nel 2019, il numero di partecipanti è raddoppiato. A Palermo ci saranno anche 30 degli atleti che hanno preso parte alle ultime edizioni delle Olimpiadi e 50 velisti under 18.

L’evento è organizzato dal club Albaria che, così, festeggia il suo 40esimo anno di fondazione (che ricade proprio nel 2022). Il club, presieduto da Alessandro La Monica, è al lavoro da mesi per lo svolgimento della rassegna. Il campionato del mondo è organizzato in sinergia con il circolo Roggero di Lauria e la società Mondello Italo-Belga, con il sostegno del dipartimento per lo Sport della presidenza del consiglio dei Ministri e l’assessorato al Turismo della Regione Siciliana.

Luoghi e protagonisti

Il golfo di Mondello, con la sua celebre spiaggia, è già pronto e allestito per ospitare gli appassionati e gli spettatori: saranno circa 650 tra atleti, delegati e accompagnatori. Fra i grandi nomi presenti, Chris Sieber, oro nel 2000 ai Giochi di Sidney, Stephan Van den Berg, oro a Los Angeles nel 1984 e settimo a Barcellona nel 1992, e Tim Gourlay vincitore a Torbole all’ultimo Mondiale del 2019. E, ancora, Paco Wirz e Riccardo Giordano, Antonino Cangemi, Paco Cottone, Adriano La Monica, Marco e Massimiliano Casagrande e Alessandro Alberti.

Vincenzo Baglione, direttore tecnico dell’Albaria, ha raccontato a BlogSicilia come questo Mondiale vedrà una forte partecipazione internazionale e come, già nel 1992, Mondello è stata capitale del windsurf: “Abbiamo raccolto dall’Australia l’invito di ripetere quello che abbiamo organizzato 30 anni fa. Un mondiale Mistral – racconta Baglione – di cui ancora si parla”.

“Molti si ricorderanno di Alessia Marcuzzi e di personaggi che arrivarono per quell’evento. Abbiamo avuto una notevole partecipazione e ricordo che tutti sono venuti a proprie spese: non ci sono sostegni dalle federazioni. Ci sono 650 tra atleti e accompagnatori. E’ un numero che ci ha creato problemi: avevamo previsto 400 persone, ne spuntano oltre 650. Ringraziamo lo stabilimento dell’Esercito che ci aiuterà ad allestire il tutto”.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati