In questi giorni Ficarra e Picone stanno portando in giro per l’intera Italia “Le Rane” di Aristofane, celeberrima commedia teatrale di quasi 2.500 anni fa. Manco a dirlo, le loro performance sono un successo e il pubblico è sempre entusiasta. Bravissimi, come al solito. L’ennesima dimostrazione di quanto i due artisti siciliani siano estremamente versatili. Quale migliore occasione, dunque, per mettere insieme i 10 migliori momenti di Ficarra e Picone? Del resto il campionario è ormai vastissimo: i due hanno all’attivo 5 film da registi ed esattamente il doppio come attori, oltre a una pletora di partecipazioni teatrali.

1) “Stanco?” – “No, oggi no!”
Indimenticabile apertura degli sketch teatrali di Ficarra e Picone, dopo una lunga serie di “ahi ahi ahi”, prima di cominciare con il “racconto” vero e proprio.

2) “Ora o c’è un padre in più o c’è un figlio in meno”
Esilarante momento, tratto da “Il 7 e l’8”, in cui Ficarra e Picone provano a spiegare alle autorità l’equivoco di fondo alla base del film. Il risultato è surreale.

3) La morte
Ficarra e Picone hanno ampiamente dimostrato di saper far ridere senza mai essere volgari. Riuscendo a ironizzare anche su degli argomenti che solitamente sono tabù. Questo sketch fa ridere fino alla fine, senza mai perdere ritmo.

4) L’ora legale – I forestali
Inavvertitamente Picone fa notare all’incorruttibile sindaco che molti forestali sono lavativi e non vanno mai al lavoro. Le conseguenze, per Ficarra, sono “tragiche”.

5) L’ora legale – La raccolta differenziata
Un vero e proprio dramma – si fa per dire – è l’introduzione della raccolta differenziata nel film “L’ora legale”. Tra i dubbi dei sempre più scoraggiati cittadini, la trovata di Ficarra è a dir poco “geniale”.

6) La matassa – Scena dei pizzini
Memorabile momento in cui Ficarra e Picone, loro malgrado, si trovano al cospetto del terribile don Mimì. Anche in questo l’effetto è davvero esilarante…

7) Andiamo a quel paese – “Molla!”
In questo video i momenti epici sono più di uno. Dalla brutta fine che fa un mobile “calato” dal balcone del primo piano, fino alla battuta di Ficarra: “Io gli angoli, specialmente se sono ottusi, non li capisco“.

8) Nati stanchi – “I biglietti si pagano!”
In “Nati stanchi” del 2001, film di cui hanno curato soggetto e sceneggiatura ma non la regia, Ficarra e Picone si ritrovano alle prese con un controllore… certosino. Ancora una volta la scena è epica.

9) Zelig – Sketch sull’Inter
Il calcio, si sa, è fucina di ironia. In questo caso Ficarra e Picone danno il meglio di sé sbeffeggiando bonariamente una delle squadre più importanti della Serie A.

10) “Il 7 e l’8” – Scena dei cd contraffatti
Chiudiamo questa carrellata, che potrebbe anche essere infinita, con un’altra scena memorabile: senza volerlo, Valentino Picone la combina grossa…