Coltivava 74 piante di marijuana in casa, alte circa 70 centimetri, illuminate notte e giorno grazie al cospicuo quantitativo di elettricità sottratto illegalmente all'Enel. Questo è quanto scoperto ieri all'alba, durante un blitz dei carabinieri, all'interno di una abitazione sita in via Due Vanelle, a Palermo, dove un uomo di 45 anni, S.A., è stato tratto in arresto per il reato di detenzione e produzione di sostanze stupefacenti, e furto aggravato di energia elettrica. 

Coltivava 74 piante di marijuana in casa

All'interno dell'appartamento sono stati scoperti, oltre alle piantine, due termoventilatori, un impianto di ventilazione, un deumidificatore e un idrometro con il quale l'uomo controllava che la temperatura si mantenesse costante per consentire alle sue piantine di crescere bene. 

Furto di energia elettrica

Inoltre tutta la coltivazione di canapa indiana era alimentata da nove lampade ad esafonuro che illuminavano le piante grazie all'allaccio abusivo alla rete pubblica. In poche parole il quarantacinquenne aveva realizzato illegalmente due allacci alla rete Enel: uno per illuminare il suo appartamento, l'altro per la sua coltivazione. Per cui oggi, nel corso del processo per direttissima, l'uomo, che coltivava ben 74 piante di marijuana in casa, dovrà rispondere del duplice reato di detenzione illegale di sostane stupefacenti e furto di energia elettrica.