Dopo un’agonia di ben 20 ore, è morta la donna di 54 anni che nel tardo pomeriggio di giovedì è stata travolta dal figlio di 15 anni in quel momento al volante dell’auto di famiglia. Autorizzata la donazione degli organi: l’intervento sarà effettuato dai chirurghi dell’ospedale di Legnano nelle prossime ore. L’incidente, avvenuto nel cortile di una palazzina a due piani nel quartiere Oltrestazione di Legnano (Lombardia), è una tragica fatalità. Nello spazio privato di accesso ai box erano presenti solo la vittima e il figlio.

Mentre la donna era fuori dall’auto, il ragazzo si è seduto per gioco al posto di guida della vettura, una Fiat Ulisse, e ha iniziato la manovra per entrare nel garage. Qui è avvenuto il dramma: nel manovrare i pedali di acceleratore e frizione, il giovane ha perso il controllo dell’auto e, facendo retromarcia, ha urtato la madre con la portiera, lasciata inavvertitamente aperta. La donna è caduta per terra battendo con violenza il capo.

Le sue condizioni sono apparse subito disperate, per la copiosa perdita di sangue dalla testa. Trasportata al vicino ospedale cittadino, è stata immediatamente ricoverata nel reparto di rianimazione. Ogni tentativo dei medici di salvarle la vita, però, è risultato inutile. La donna lascia un marito e due figli. La posizione del figlio 15enne è al vaglio del tribunale dei minori.