Pasqua e Pasquetta in agriturismo. Si prevedono, tra italiani e stranieri, almeno un milione di presenze a tavola, con un aumento del 15% rispetto all’anno scorso. A dirlo è una stima di Coldiretti, basata sulle indicazioni di Campagna Amica. Cresce la voglia di stare all’aria aperta, a contatto con la natura, ma non solo. Secondo l’indagine Coldiretti, l’80% degli italiani cerca la tradizione a tavola.

L’agriturismo, come tipo di struttura, consente di gustare i piatti della cucina popolare locale, per preparare i quali si utilizzano molto spesso prodotti coltivati in loco. Un’alternativa vicina alla cucina casalinga, che tuttavia consente di rilassarsi. Nella maggior parte dei casi, infatti, i menu propongono una cucina casalinga, tramandate di generazione in generazione.

Per quanto riguarda le ricette, le più gettonate sono sicuramente quelle a base di carne d’agnello. La cucina di Pasqua, comunque, esalta anche i primi piatti, così come salumi e formaggi. Dulcis in fundo, è proprio il caso di dirlo, non mancheranno i dolci.