Le autorità australiane hanno lanciato alcuni appelli su una particolare sostanza chimica acquistabile online, usata per perdere peso, venduta generalmente sotto forma di capsule gialle. La sostanza, nota come 2,4 dinitrofenolo, abbreviato in Dnp, è contenuta in alcuni farmaci, ma ha causato gravi malattie e in alcuni casi anche la morte.

Nel 2013 un ragazzo inglese di 18 anni è morto dopo aver ingerito alcune pillole che contenevano Dnp, a causa di surriscaldamento corporeo. 

Negli anni seguenti sono avvenuti altri decessi, quindi il Dipartimento di Sanità del New South Wales ha diffuso una nota in cui sono specificati gli effetti del Dnp: previene l'immagazzinamento di energia come grasso, diffondendola invece come calore, facendo così aumentare la temperatura corporea e danneggiando di conseguenza le cellule degli organi come reni e cervello.

"Vi è un mito secondo cui se usato in piccole dosi è sicuro, ma il Dnp è una sostanza estremamente tossica", spiega la tossicologa clinica Kylie McArdie del Poisons Information Centre di Sydney. "Non esistono antidoti e anche con le migliori cure mediche le persone possono morire se usano prodotti che lo contengono", ha concluso.