PALERMOUn'auto supera il tram nella corsia riservata, un cittadino filma la scena, la pubblica online e a stretto giro di posta scoppia il solito putiferio mediatico. Ma senza una ragione specifica, almeno stando all'articolo apparso sul sito "monrealepress.it". 

A quanto pare, infatti, la "vettura dello scandalo" ha percorso di nuovo il tratto incriminato con le quattro frecce accese. E a bordo della macchina c'era un uomo che indossava un "vistoso giubbotto arancione", molto simile a quelli in dotazione agli uomini della Sis, azienda responsabile dei lavori per il tram. 

In buona sostanza, sostiene il portale, "i tecnici stanno sincronizzando al meglio i semafori di via Leonardo Da Vinci, per consentire un traffico più scorrevole e con meno tempo d’attesa al semaforo rosso per i tram stessi". In altre parole, se questa versione corrisponde alla realtà, si è creato tanto rumore per nulla.