Rischia di morire per aver bevuto semplicemente del latte. La protagonista della vicenda si chiama Liz Adams: insieme al marito, tornando da una vacanza, si è fermata da Starbucks, ordinando un latte, ma poco dopo ha iniziato ad avere capogiri e mal di testa, scoprendo che il livello di zuccheri nel suo sangue era salito alle stelle.

A raccontare cosa è accaduto, al Daily Mail, è la stessa Liz: la donna sa di essere diabetica e aveva quindi scelto il latte perché non pensava contenesse troppi zuccheri. In realtà, la bevanda di Starbucks contiene 18 grammi di zucchero, il 20% del fabbisogno giornaliero.

«Non avevo idea che potesse essere tanto zuccherato», ha ammesso Liz. «Sarei potuta andare in coma», ha aggiunto. «Non era la prima volta che bevevo latte, sentivo di avere bisogno di zuccheri e mi sono concessa questa bevanda per aiutare il mio organismo ma il contenuto di zucchero è veramente eccessivo». Non è mancata la risposta da parte di Starbucks che ha precisato che qualunque ingrediente in ogni cibo e bevanda serviti sono riportati sul sito e visibili a tutti.