Un bambino ivoriano di appena 3 anni è stato trovato morto in una roggia. Secondo quanto si è appreso, il piccolo stava giocando mentre i familiari si trovavano all’interno di un fabbricato a Bassano, in Veneto. All’improvviso i genitori si sono accorti che del bambino non c’era più alcuna traccia.

L’area è stata setacciata da polizia locale, carabinieri e polizia di stato per tutta la mattina. È stato richiesto anche l’arrivo di un elicottero. A destare particolare preoccupazione la vicinanza tra l’area in cui è scomparso il bimbo e un canale in cui la corrente è particolarmente forte. Sul posto sono arrivati anche i sommozzatori.

Nel tentativo di favorire la ricerca del bambino, i tecnici della centrale elettrica che viene alimentata dallo stesso corso d’acqua hanno anche tentato di abbassare il livello dell’acqua. Il canale, ingrossatosi per il recente maltempo, scorre parallelamente al fiume Brenta che lo alimenta.

Purtroppo il piccolo è stato trovato morto poco prima delle 14.30. Sono stati due operatori del consorzio di bonifica a vederlo galleggiare in acqua e a dare l’allarme. Purtroppo per il bimbo non c’era più nulla da fare: la corrente lo avrebbe spinto per circa cinque chilometri.