Attimi di panico in un campeggio in Liguria, poiché un bimbo di 9 anni ha rischiato di morire, risucchiato dal sistema di aspirazione della piscina. A evitare che succedesse il peggio, un tempestivo intervento del bagnino e di una coppia di infermieri di Pavia, questi ultimi in vacanza nello stesso luogo. 

Uno degli infermieri ha spiegato a La Provincia Pavese che, pur sentendo chiedere aiuto, non era subito apparsa evidente la gravità della situazione: "Eppure le voci erano concitate, – continua, – così siamo corsi verso la piscina. Avevano appena tirato fuori il bambino. Era in arresto cardiaco, abbiamo praticato tre cicli di rianimazione cardiopolmonare e si è svegliato".

Il piccolo è stato strappato alla morte, dopo essere rimasto sott'acqua per diversi secondi, quindi è stato trasportato in ospedale per degli accertamenti. La piscina è stata sottoposta a sequestro e si attendono gli esiti delle perizie.