Guerra dei Borghi, è pace fatta tra Palazzolo Acreide e Bobbio. Durante la puntata di Kilimangiaro di ieri, domenica 3 novembre, i sindaci dei due comuni, il siciliano Salvatore Gallo e l’emiliano Roberto Pasquali, si sono stretti la mano, sanando la frattura creata dalla finale della competizione per il Borgo dei Borghi. Ad aprire la trasmissione è stata la conduttrice, Camila Raznovich, che ha condannato le parole di Philippe Daverio.

Daverio, che fa parte della giuria di esperti, ha acceso la diatriba con il suo voto, perché è cittadino onorario di Bobbio. Intervistato da Le Iene, il critico d’arte ha rilasciato delle dichiarazioni abbastanza pesanti sulla Sicilia e i siciliani.

Sono arrivate, da parte sua, delle scuse via Facebook, che tuttavia non hanno convinto tutti. «Ci dissociamo delle parole di Philippe Daverio, parole brutte nei confronti dei siciliani, molto gravi, poco gradevoli che non rappresentano lo spirito della trasmissione» ha detto la Raznovich, che era già intervenuta sui social, sottolineando di non condividere le dichiarazioni di Daverio.

I due sindaci si sono reciprocamente invitati nei loro borghi, illustrando e promuovendo le bellezze delle località. Hanno anche annunciato di volersi gemellare, siglando poi la “pace” con una stretta di mano di fronte le telecamere.