Una busta voluminosa, contenente un proiettile da fucile di grosso calibro, è stata inviata al presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta. La missiva è stata intercettata stamani dagli agenti della sicurezza di Palazzo d'Orleans ed è adesso stata affidata agli investigatori. 

La busta recapitata stamani non è la prima minaccia che viene ricevuta dal governatore: circa un anno fa, il presidente aveva ricevuto una lettera anonima contenente minacce di morte ed era stato inoltre destinatario di minacce telefoniche da parte di un sindacalista telefonico, che aveva affermato "Non basteranno cento uomini di scorta per salvarti".

Rosario Crocetta ha commentato l'episodio sulle pagine de La Repubblica, dichiarando di essere preoccupato: secondo il governatore, si tratta del frutto di un clima di assedio politico in cui si trova costretto a vivere. "Quando alcuni esponenti politici si spingono oltre nell'utilizzo di un linguaggio violento – ha detto – qualcuno può anche pensare di passare ai fatti".