Gli esperti assolvono il caffè: non è dannoso per le arterie. Uno studio della Queen Mary University di Londra va controtendenza rispetto alle ricerche pubblicate finora. È stato dimostrato che il consumo del caffè non è associato a un irrigidimento delle arterie, anche se se ne bevono 25 tazze al giorno.

In questa ricerca si smonta quanto sostenuto da precedenti studi. Le arterie trasportano il sangue ricco di ossigeno al cuore e al resto del corpo. Qualora si indurissero, potrebbe aumentare il carico di lavoro per il cuore, con conseguente aumento di possibilità di avere un infarto o un ictus.

Gli studiosi hanno diviso 8mila persone in tre gruppi: chi beve meno di una tazza al giorno, chi tra 1 e 3, e chi più di 3. Sono stati esclusi coloro che ne consumavano oltre 25. Non è stato riscontrato un maggior indurimento delle arterie in chi beveva fino a 25 caffè, rispetto a chi ne consumava meno di uno.

Sono stati analizzati anche altri fattori, come età, sesso, etnia, fumo, peso, altezza, consumo di alcol, dieta e pressione sanguigna. “La nostra ricerca indica che il caffè non è dannoso per le arterie – commenta Kenneth Fung, coordinatore dello studio – come suggerito da precedenti studi”.