Quello delle escursioni in mezzo alla Natura per molti rappresenta un mondo riservato solo a coloro i quali con le scarpe da trekking e lo zaino in spalla sembrano esserci nati. In realtà, anche i più pigri,  possono godere dei benefici di una passeggiata all’aria aperta che, oltre che al corpo, fa bene anche, e soprattutto, alla mente.

Perché ciò accada, però, bisogna trovare un modo per avvicinare un mondo, solo in apparenza, distante da chi non è avvezzo alle lunghe passeggiate in mezzo ai boschi o a soffermarsi ad ammirare ogni pianta o roccia che incontra sul proprio percorso, in maniera naturale e mai invasiva, in modo da far apprezzare gradualmente un tipo di attività all’aria aperta alla quale la vita frenetica, spesso “reclusa” dietro ad una scrivania, ci ha disabituati.

C’è un luogo all’interno del Parco NaturAvventura Finestrelle a Santa Ninfa, in provincia di Trapani, dove tutto ciò è possibile grazie alla incrollabile volontà di tre esperti ambientali, le sorelle Adriana e Roberta Di Stefano e Manuel Bellafiore, i quali hanno deciso nel voler rimanere nel proprio territorio facendo della propria passione per l’ambiente anche il proprio lavoro. Da educatori e consulenti ambientali e guide escursionistiche i tre hanno deciso, nel 2014, di investire nell’idea innovativa di creare nella Sicilia occidentale il primo centro di Educazione Ambientale con un Parco Avventura sicuro al 100%.

Hanno così creato il Centro di Educazione Ambientale (CEA) “La Poiana”, associazione operante da diversi anni nel territorio e membro del consiglio direttivo del CEA Sicilia, tra i più attrezzati, predisposto per attività didattiche, didattico-scientifiche e giochi educativi, per tutti i livelli scolastici ed extra-scolastici, dopo essersi formati attraverso addestramento certificato e formazione riconosciuta AIGAE (Ass Ital. Guide Ambientali Escursionistiche) e adeguata agli standard INFEA.

Grazie alle ultime tecnologie disponibili, il Parco Avventura ha adottato un sistema di “linea di vita continua” di ultima generazione su tutti i percorsi acrobatici presenti nel parco. Inoltre, grazie all’uso delle reti “nido”, è stato creato un percorso di casette su alberi per i più piccoli (dai 3 anni in su) totalmente sicuro. La torre di arrampicata su tre vie è corredata, inoltre, di un sistema di sicurezza automatico certificato (auto-belay) che consente una caduta lenta e costante in grado di eliminare la necessità del compagno di corda ai fini della sicurezza.

Assieme alla sicurezza, l’altra direttiva primaria del parco è la sostenibilità in senso lato. Le strutture del parco sono state realizzate nel modo meno impattante possibile ( per lo più in legno) e sono certificate FSC per oltre il 90%. Molti degli arredi sono realizzati riciclando il legno proveniente dalle operazioni di gestione forestale, mentre altra parte di tale materiale è utilizzato per i laboratori naturalistici e di riciclo. L’acqua piovana è raccolta utilizzata per la gestione del giardino. Il parco stesso è un centro di educazione ambientale dove gli utenti saranno indirizzati verso i comportamenti più eco-compatibili, facendo riscoprire un rapporto più naturale con gli alberi e il bosco.

“Ma il ParcoAvventura Finestrelle non è solo avventura– ci spiega Adriana di Stefano – Il nostro obiettivo, infatti, è proporci come nodo centrale di una rete di collaborazioni con le attività del comprensorio al fine di mettere in atto la filosofia che il parco si è data di sviluppo locale e sostenibilità globale. Per farlo abbiamo pensato a delle iniziative parallele che, accanto alle classiche escursioni, avvicinino all’attività all’aria aperta anche un target differente. Tra queste c’è l’idea di usare questo splendido teatro naturale come palcoscenico per valorizzare anche le piccole realtà territoriali, come le cantine e le aziende che rappresentano il volano dell’economia locale”.

Calici nel Bosco

Nasce così “Calici nel Bosco“, un ciclo di incontri dedicati agli enoappassionati che, nei tardi pomeriggi estivi, dopo una passeggiata condotta da una Guida escursionistica attraverso il Bosco Finestrelle e la Riserva Naturale “Grotta di S.Ninfa”, una volta rientrati al ParcoAvventura avranno l’occasione di fare una degustazione guidata dal sommelier esperto Roberto Zarzana di alcune etichette provenienti dalle cantine locali per poi concludere con un ricco aperitivo al tramonto, a base di prodotti del territorio.

Il prossimo sabato 20 agosto si svolgerà il secondo di questi incontri dedicato ai vini della cantina Funaro I cui  vini biologici consentiranno  di  “bere un sorso di natura”.

Alla fine della passeggiata tra il Bosco Finestrelle e la Riserva Grotta di Santa Ninfa, verranno degustate tre etichette di vini, Nero d’Avola,

Müller Thurgau e Inzolia, in abbinamento a vari prodotti gastronomici locali. Per partecipare sarà necessario prenotare telefonicamente entro il 18 Agosto al 3396071672- 3206120209.

Per conoscere tutti gli altri appuntamenti del ParcoAvventura Finestrelle, consultare il sito.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati