Mani spaccate dal freddo e capelli completamente ghiacciati: così un bimbo di 10 anni di Shaotong, nella provincia dello Yunnan, in Cina, si è presentato a scuola. Il piccolo, riporta il Daily Mail, per arrivare ha percorso 4 chilometri a piedi, con una temperatura di -9 gradi: ecco perché i suoi capelli erano completamente ghiacciati e la pelle delle mani screpolata. Si tratta di uno dei tanti  "liushou", i bambini "lasciati indietro", che vive in una delle tante zone rurali della Cina.

Il bambino vive in una capanna di fango con i suoi nonni, perché i genitori sono costretti a vivere in due città diverse per poter lavorare. Nonostante le condizioni di vita, non si perde d'animo: «Mi piace molto la scuola, possiamo avere pane con il latte a pranzo e si imparano un sacco di cose belle».