Scoprire la Sicilia percorrendo preziosi sentieri naturalistici. Questa la proposta del Cammino dei Nebrodi, nuovo percorso lungo la famosa Dorsale. L’iniziativa verrà inaugurata domani, con un nuovo logo ed una sentieristica che tocca alcuni dei centri più interessanti del Parco dei Nebrodi. La prima edizione del Cammino avrà luogo dal 1 al 4 novembre.

Il Cammino dei Nebrodi nasce dalla collaborazione fra due associazioni naturalistiche e le loro guide, Attilio Caldarera di VaicoltrekkingSicilia e Alessandro Licciardello de I Nebrodi. L’obiettivo è non solo lo sviluppo del trekking più puro ma al’esplorazione dei borghi, per vivere le tradizioni insieme alla gente del luogo.

«Collaboriamo da anni lungo questo tracciato – spiegano le guide – così abbiamo deciso di unirci per creare un’iniziativa unica che possa davvero essere a fruizione degli amanti della natura incontaminata, all’insegna del turismo sostenibile».

Cammino dei Nebrodi, il percorso

Il percorso del Cammino dei Nebrodi segue in parte il vecchio tracciato della Dorsale ma anche il Sentiero Italia, con nuove vie trasversali e bretelle di collegamento. Non mancano servizi di ospitalità lungo il cammino e una mappa interamente dedicata al percorso.

In totale, sono quasi 70 km in prossimità della cresta dell’area protetta più grande della Sicilia, con una varietà infinita di paesaggi. Boschi maestosi e fittissimi (faggete di Pizzo Fau, Mangalaviti, Serra del Re), rarità botaniche (bosco della Tassita), zone umide di grande interesse e fascino (Lago Maulazzo, Lago Biviere, Laghi Cartolari e Trearie) e spettacolari punti panoramici.

Si parte da Case Badessa (Tortorici/Floresta) e si arriva presso l’Urio Quattrocchi (Mistretta). Si passa nei territori di Tortorici, Maniace, Randazzo, Galati Mamertino, Longi, Alcara Li Fusi, Militello Rosmarino, Cesarò, San Fratello, Caronia, Capizzi e Santo Stefano di Camastra.