L’anima profonda di Rosa Balistreri rivive attraverso musica, parole e ricordi, grazie all’evento in programma a Terrasini (Palermo) sabato 21 settembre, alle ore 18,30. Continua la rassegna “I percorsi delle panchine“, un progetto promosso dalla Biblioteca Comunale “Claudio Catalfio” in collaborazione con l’assessorato al Turismo e l’assessorato alla Cultura del Comune. Il titolo del secondo appuntamento è Canta Ro’ ed è un omaggio alla cantante siciliana Rosa Balistreri, scomparsa nel 1990. Si terrà presso il lungomare Peppino Impastato, presso la panchina dedicata alla cantante.

Tre momenti diversi caratterizzeranno la giornata: musica, parole e ricordi. La musica sarà a cura della cantante Debora Troìa, una delle più brave interpreti delle canzoni di Rosa Balistreri, che sarà accompagnata da Wanda Modestini al violoncello e da Tobia Vaccaro alla chitarra, musicista quest’ultimo di Rosa Balistreri.  Le parole invece saranno affidate a Lorenzo Randazzo, Francesco Ferrante, Vera Abbate e Marina Costanzo: poesie, testi, momenti di vita di Rosa.

Infine i ricordi, a cominciare da quelli di Luca Torregrossa, figlio di Rosa, e di Tanino Gaglio, per tanto tempo musicista della Balistreri. Saranno presenti anche Andrea Scaccia, Diego Sammartino e Vincenzo Scaccia, componenti della band, allora giovanissimi, che nel 1988 accompagnò Rosa Balistreri in un concerto che si tenne a Cinisi.
Sono anche previste letture di brani e proiezioni di video.

Canta, Ro’… è una frase che il poeta Ignazio Buttitta ripeteva spesso a Rosa.