Nella chiesa di Sant’Andrea Apostolo di Arquà Polesine, in provincia di Rovigo, in Veneto, in tantissimi hanno dato l'ultimo saluto ad Antonino Modica, il carabiniere palermitano morto venerdì scorso in servizio mentre aiutava un camionista rimasto in panne. L'incidente è avvenuto lungo la strada regionale Transpolesana, che collega Rovigo a Verona.

Il 55enne Modica, sposato e padre di due figli, era appuntato scelto. Nato a Palermo, era arrivato in Polesine nel gennaio 1989. Era sceso dalla vettura di servizio per aiutare il conducente di un'autocisterna, ferma a bordo strada. In quel momento è però sopraggiunto un altro mezzo pesante, che ha travolto il militare e l’autista del mezzo in panne. Modica è morto sul colpo, mentre il ferito è ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale di Padova. In stato di choc il carabiniere che prestava in quel momento servizio con Modica.

Presenti ai funerali il comandante Interregionale dei Carabinieri Vittorio Veneto, Aldo Visone, il comandante della Legione 'Veneto', Giuseppe La Gara, il comandante provinciale, Antonio Rizzi, tutte le autorità della provincia e i rappresentanti delle istituzioni locali. Cordoglio è stato espresso dalle massime cariche dello Stato, dal presidente della Repubblica al presidente del Senato, dai ministri dell'Interno, della Difesa al Capo di Stato Maggiore.