CATANIA – Polemiche all'istituto per ciechi Ardizzone Gioeni di Catania, come riportato dal quotidiano La Sicilia: a denunciare alle forze dell'ordine le condizioni del servizio di refezione sono stati gli stessi ospiti della struttura, che conta circa 15 assistiti – tra non vedenti e ipovedenti – provenienti da tutta la Sicilia orientale.

Per anni, l'istituto è stato un vero "fiore all'occhiello", ma oggi la situazione sembra essere cambiata, così come è cambiato il consiglio di amministrazione. A seguito di un intervento della polizia di martedì sera, dopo la chiamata dei ragazzi, ora i funzionari dell'Asp stanno analizzazndo il cibo destinato alla mensa, definito dagli assistiti "scarso, asciutto e poco variegato".

A distanza di pochi giorni, la struttura ha indirizzato ai "portavoce" della protesta una lettera di allontanamento per motivi disciplinari. «La refezione – hanno spiegato i ragazzi – lascia davvero a desiderare. Pranzo e cena arrivano assieme, a mezzogiorno, da Belpasso, in vaschette di alluminio. Alcuni nostri compagni, in passato, hanno avuto anche problemi di stomaco. Non trascurando che il cibo è uguale per tutti, anche per chi soffre di diabete e che, quindi, dovrebbe seguire una propria alimentazione. Adesso che ne sarà di noi?».

Foto in evidenza di repertorio