La Cattedrale di Sale sotterranea della Sicilia è un luogo unico al mondo. Chilometri di gallerie che esplorano il cuore della terra. Questo luogo di culto così particolare si trova a Realmonte, provincia di Agrigento. Ecco qual è la sua storia.

Dove si trova la Cattedrale di Sale di Realmonte

C’è una Sicilia che si mostra nella sua bellezza in modo palese e un’altra, altrettanto affascinante, che custodisce segreti che possono cogliere solo i più curiosi. Quei segreti, oggi, ci portano a conoscere una Cattedrale unica al mondo. Nel cuore di una miniera di salgemma c’è un luogo di culto diverso dagli altri.

Ci troviamo alla Cattedrale di Sale di Realmonte. Un tesoro tutto da scoprire. Nel sottosuolo c’è una meraviglia segreta: la maniera, in concessione ad Italkali, si trova nella contrata Scavuzzo, a circa 2,5 km dal centro abitato di Realmonte. Al suo interno si trova questo particolare ed inaspettato “edificio di culto“.

Pensate che sorge a una profondità di 60 metri sotto il livello del mare: qui tutto è realizzato esclusivamente in salgemma, dall’altare al pulpito, dalle statue della sacra Famiglia a quella di Santa Barbara, dai bassorilievi al battistero.

La storia della Cattedrale di Realmonte

I minatori, intorno all’anno 2000, hanno realizzato dentro la miniera di sale di Realmonte un luogo di culto dedicato alla loro Santa Protettrice. Una vera e propria chiesa sotterranea, dall’aspetto davvero incredibile. Può accogliere circa 800 persone.

All’ingresso vi sono due acquasantiere. L’altare, posto sul presbiterio, è ricavato da un unico blocco di sale sopraelevato, in cui è raffigurato l’Agnello. L’ambone ha la croce e il cero Pasquale. Sulle pareti sono scolpite la Cattedra Vescovile, la Sacra Famiglia, un Crocifisso e Santa Barbara. Il luogo è largo oltre 20 metri e alto più di 8 metri.

Qui, ogni anno, nella giornata del 4 dicembre si ricorda Santa Barbara, la Santa Protettrice dei minatori. Benché sia stata rimossa nel 1969 dal calendario romano generale, a causa della mancanza di dati storici ritenuti attendibili, ha molti patronati, legati alle vicissitudini antecedenti il martirio. Rientra, così, tra i 14 santi invocati in caso di estrema necessità. È la Santa Patrona di Vigili del Fuoco, Marina Militare, Artificieri, Artiglieri, Architetti, Minatori e tanti altri professionisti.

Guardandosi intorno, si coglie l’importanza del sale, un elemento che fa parte della vita quotidiana. Da sempre, nella storia dell’uomo, ha ricoperto una grande importanza. Un prezioso e ancestrale sistema di conservazione degli alimento.

Pensate che aveva anche una tassa apposita ed era retribuzione per i legionari. I sacchetti di sale erano parte della paga e premio dopo le campagne militari. Dal pagamento con il sale trae origine il termine oggi ancora in uso: salario.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Arche Diem (@archediem)

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati