Catturato uno dei leader dell'Isis dalle forze speciali americane. Come riporta l'autorevole "New York Times", il primo giornale a dare la notizia, l'arresto è avvenuto nel corso di un blitz di una squadra dei Delta Force nel nord dell'Iraq.

Il prigioniero sarà consegnato nei prossimi giorni alle autorità irachene dopo gli interrogatori dal personale americano. L'operazione, spiega il Pentagono, è scattata dopo diverse settimane di azione di intelligence sul territorio.

L'identità del miliziano catturato non è stata resa nota. Si sa che è già stato interrogato in una struttura detentiva temporanea a Erbil, nel nord dell'Iraq, e che la sua situazione è stata notificata al Comitato internazionale della Croce Rossa, un'associazione privata incaricata di garantire il rispetto del diritto internazionale umanitario.

I funzionari americani hanno detto di non avere intenzione di aprire una nuova prigione per i membri catturati dello Stato Islamico né di mandarli a Guantanamo, il carcere di massima sicurezza che il presidente USA Barack Obama sta cercando di chiudere nonostante l’opposizione del Congresso controllato dai Repubblicani.