Il Consorzio di Ricerca Gian Pietro Ballatore, in sinergia con il Dipartimento di Agricoltura della
Regione Siciliana, realizzerà domani 25 ottobre 2022, a Palermo, un evento per la promozione e la
valorizzazione della cerealicoltura siciliana, in occasione della Giornata Mondiale della Pasta,
promossa da International Pasta Organisation (IPO) e Unione Italiana Food (ex AIDEPI).

L’appuntamento rappresenta una grande opportunità per lanciare la costituzione del “Comitato
Promotore” per l’avvio dell’iter di riconoscimento della denominazione protetta della Pasta di
Grano Duro Siciliano (ai sensi del Reg UE n. 1151/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio del
21 novembre 2012).

L’evento a Villa Adriana Bordonaro

Nella sontuosa Villa Adriana Bordonaro (Via San Lorenzo, 282), struttura nobiliare risalente alla
metà del ‘700, saranno chiamati a partecipare, a partire dalle ore 15:30 di domani, tutti i pastifici
siciliani e gli operatori della filiera cerealicola che intenderanno contribuire fattivamente
all’implementazione del suddetto percorso di valorizzazione; soggetti che negli ultimi tempi hanno
dovuto adattarsi ad un contesto commerciale ed economico particolarmente ostile, fino ai giorni
nostri con le note problematiche correlate al costo dell’energia elettrica. Naturalmente sono
chiamati a partecipare anche i gruppi di agricoltori e di trasformatori, chi ha già implementato
percorsi di verticalizzazione di filiera, nonché tutti i cittadini, gli enti, le istituzioni e le associazioni,
che considerano il Grano duro e la “pasta” elementi che identificano la storia e la cultura della nostra
Regione.

Sono, infatti, innumerevoli i riferimenti che legano il nostro territorio e la nostra identità culturale
al mondo del grano e della pasta. Tra questi quello risalente al 1100, quando il geografo arabo El
Idrisi, alla corte di Re Ruggero II, descrive il primo stabilimento di produzione di spaghetti, stesi al
sole ad essiccare, nei pressi di Trabia (Palermo), che già da allora venivano commercializzati in tutto
il bacino del Mediterraneo.

Consorzio di Ricerca Gian Pietro Ballatore

Le ricerche e gli accurati studi implementati in 25 anni di attività del Consorzio di Ricerca Gian Pietro
Ballatore hanno contribuito a delineare un quadro di riferimento con all’interno l’elenco di tutte
quelle specificità produttive in grado di rappresentare e meglio descrivere il grano siciliano e i suoi
prodotti derivati, espressione dello specifico contesto bioclimatico della Regione. Un progetto che
ha permesso, oggi, all’Ente di raccogliere una serie di documenti e dati storici sul monitoraggio del
grano locale e la tecnologia associata alla produzione della pasta siciliana, utili alla definizione di un
disciplinare di produzione condiviso.

pasta in Sicilia

  • PROGRAMMA
    15:30 Registrazione partecipanti;
  • 16:00 Saluti delle autorità;
  • Tavolo delle idee con enti, istituzioni e portatori di interesse;
  • 19:00 Aperitivo culturale con interventi di cultori della materia e condivisione della
    documentazione storica di interesse.
logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia