OLYMPUS DIGITAL CAMERAUna caldissima estate al mare attende le coste della Sicilia quest’anno. No, non è un articolo preso per errore dagli archivi di questa estate, sono le previsioni previste per il mese di novembre 2014.

Non vi preoccupate, se pensate che quest’anno l’estate si sia fatta attendere, non dovrete attendere ancora per molto per la tanto agognata vacanza. Fortunato chi quest’anno non ci è ancora andato, al mare, fortunato chi non ha avuto la sfortuna di vedere i propri mille e passa euro di sudati guadagni andare in fumo sotto un turbinìo incessante di piogge e temporali, che in luglio e agosto hanno flagellato la Penisola.

Non siete in quel drappello di fortunati? Niente paura, se siete in Sicilia potreste godervi le vacanze ora. Merito del riscaldamento globale, che oltre a infettare i nostri polmoni dedica ai più fortunati un novembre caraibico, dopo un ottobre già piuttosto clemente; almeno al Sud.
Perché chi era al Nord sta iniziando a vedere solo ora scampoli di sole, per un passato weekend all’insegna dei 24 gradi e brezzolina leggera di primavera.

Persino gli insetti sono confusi, e anche gli agrumeti non ne possono più, ma forse lo stesso non si può dire per i turisti, che, attratti dal caldo tardivo, potrebbero decidere di passare un periodo indimenticabile di sole e mare proprio in Sicilia, proprio nel prossimo mese. Mancano gli incentivi, sostiene l’Assessore al Turismo, Michela Stancheris, ed è ancora troppo radicata l’abitudine che i mesi di luglio e agosto siano fatti per le ferie.

A mano a mano che ci spostiamo verso un clima sempre più pazzo, andare al mare sarà sempre più una prerogativa dei mesi di maggio e ottobre. E mentre la Coldiretti lamenta scarsità nei raccolti, anche nel foraggio adibito al pascolo, i vitivinicoltori accendono ceri votivi al dio Elios.
Ma attenzione: secondo i meteorologi la pacchia sta per concludersi; da mercoledì dovrebbe infatti fare irruzione nella Penisola ‘Attila’.

Il leggendario re degli Unni ha dato infatti il nome a una perturbazione artica che causerà impetuosi venti di Bora nel Nord-Est, neve anche a bassa quota sulle Alpi, e un vertiginoso quanto drastico calo delle temperature un po’ ovunque, temperature già sensibilmente al di sopra della media stagionale, di circa 2,6 gradi centigradi.

In altre parole: tirate fuori il vostro bikini e godetevi il sole; finché siete ancora in tempo.

Autore | Enrica Bartalotta