1384093_565763770157852_1549088196_nLa cipolla di Giarratana è una varietà di cipolla siciliana.
E' dolce e dalle dimensioni abbondanti.
I suoi bulbi hanno una forma schiacciata. La tunica è di colore bianco-brunastro.

La polpa è carnosa, succulenta, giustamente aromatica e dolce al gusto.

 

Il peso medio, che varia soprattutto in base alla distanza tra i bulbi durante la coltivazione, è molto elevato. Si assesta intorno ai 500-600 gr.. Ma ci sono cipolle che possono andare oltre i 2 KG.
 

Essa è coltivata quasi esclusivamente nel territorio di Giarratana, negli Iblei.

La produzione risulta essere di circa 12.000 q.li medi annui.
 

I terreni che la producono sono di media profondità, di medio-impasto o pesanti e tendenzialmente calcarei. Inoltre devono essere ricchi di sostanza organica.

 

Nonostante sia un prodotto eccezionale questa cipolla è poco conosciuta ed usata.
Forse perchè la sua coltivazione è relativamente recente e risale a circa 40 anni fa.
All'inizio la si pensò come ad un investimento che avrebbe potuto integrare il reddito delle aziende zootecniche, foraggicole e arboricole (olivo e mandorlo).

Oggi invece la cipolla di Giarratana rappresenta un vanto per quegli orticoltori che negli anni hanno sapientemente innalzato la qualità del prodotto dal punto di vista organolettico e delle rese.

A tal proposito vi suggeriamo di andare a visitare la "Sagra del la Cipolla" che si tiene nel mese di agosto e durante la quale vedrete le cipolle più grosse della Sicilia.

 

Come si coltiva la cipolla di Giarratana

I lavori di coltura iniziano fin dal periodo invernale quando il terreno viene sistemato a fiancate larghe circa 50/70 centimetri. Poi avviene la concimazione con degli escrementi bovini.

 

Successivamente (a partire dal mese di febbraio fino a marzo) avviene il trapianto delle piantine. E' una procedura fatta rigorosamente a mano.

Nota. Le piantine vengono riprodotte in semenzali generalmente allestiti dalle stesse aziende durante l'autunno (Ottobre).

 

In primavera bisogna stare attenti alle erbacce. Esse vengono tolte attraverso un opera di zappatura  fatta con delle piccole zappette a lama stretta.
 

Durante lo stesso periodo si procede all'irrigazione mediante impianti mobili a pioggia. L'irrigazione viene sospesa solo nell'ultimo periodo di coltivazione per evitare di pregiudicare la serbevolezza del prodotto (per far in modo che una volta colta la si possa conservare bene e più a lungo).

 

La raccolta è effettuata a mano, nel periodo di Giugno e Luglio (quando le foglie verdi sono ancora attaccate al bulbo) oppure nei mesi di Luglio e Agosto (quando inizia il disseccamento della parte aerea).

Una volta raccolti i bulbi vengono lasciati ad asciugare per qualche giorno. Poi li si pulisce e li si prepara alla messa in commercio.

 

Nota. La Cipolla di Giarratana è un prodotto tipico siciliano inserito nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T) del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (Mipaaf).

 

Dove comprarla

 

Autore | Viola Dante;