Si continua a cercare Giuseppe Migliore, il sub di 58 anni disperso nelle acque di Isola delle Femmine. Era uscito ieri mattina in gommone per un’immersione: insieme a lui c’erano Antonio Aloisio, 56 anni, e una terza persona. L’epilogo, però, è stato drammatico: sui fondali, durante l’ispezione di un relitto in profondità, si è consumata la tragedia.

Aloisio è riuscito a risalire e lanciare l’allarme, ma è morto una volta arrivato in banchina. I sanitari del 118 hanno provato a rianimarlo, ma non c’è stato nulla fa dare. Immediati i soccorsi e le ricerche. I sommozzatori dei vigili del fuoco e gli uomini della capitaneria stanno cercando il disperso. I fondali della zona sono molto profondi e si arriva anche oltre gli 80 metri.

Dato che i sub possono arrivare fino a 50 metri, per continuare le ricerche è stato attivato un robottino in dotazione alla capitaneria di porto. Lo stesso tipo di robottino è stato utilizzato nel 2005, per scandagliare i fondali in occasione dell’ammaraggio dell’Atr della compagnia Tuninter, che provocò la morte di 16 persone. In cui giorni i resti di alcuni corpi vennero recuperati proprio grazie al robottino.

Articoli correlati