Pietro e sua moglie Rosalia, entrambi palermitani, non riescono più a pagare l'affitto. Così questa mattina nella loro casa di Bologna è arrivato l'ufficiale giudiziario per intimare loro di lasciare l'appartamento. Il marito, 60 anni, è sceso in strada, mentre la moglie non ci sta. E in un momento di disperazione ha minacciato di lanciarsi nel vuoto (qui il video di "BolognaToday").

Mentre è in corso una trattativa con l'avvocato del padrone di casa e alcuni esponenti dello Sportello sociale "Social Log", diversi militanti sono in presidio e annunciano: "Noi non ce ne andremo finché non verrà trovata una soluzione". Si sono seduti sull'asfalto e sono stati spostati di peso dagli agenti di polizia giunti sul posto insieme alla Digos e ai carabinieri. 

Pietro ha seri problemi di salute e ha perso il lavoro nel 2010, mentre parte dello stipendio di Rosalia è pignorato. Entrambi ora tirano avanti solo con la pensione di invalidità di circa 500 euro e l'unica soluzione sembra essere il dormitorio. La coppia risiede a Bologna da 15 anni: sarebbe già inserita nella graduatoria Ers – Edilizia Residenziale Sociale – per l'assegnazione di un alloggio popolare.