Una parte dei militari dell’Esercito Italiano in servizio in Sicilia sarà da domani impiegata nelle pattuglie di vigilanza urbana e nei punti di arrivo dei passeggeri. I militari, quindi, verranno impiegati per l’emergenza Coronavirus.

Lo ha assicurato il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, in un colloquio con il presidente della Regione Nello Musumeci.

Il governatore dell’Isola aveva avanzato ieri un’ulteriore richiesta formale, in tal senso, al capo del Viminale, allarmato dalla crescita del tasso di contagio che da alcuni giorni si registra in Sicilia.

Il ministro Lamorgese oggi ha annunciato che ci saranno nuovi divieti se non ci sarà responsabilità: «Sono giorni cruciali per contenere la diffusione dell’epidemia ora, ancora di più, ognuno di noi, nessuno escluso, deve impegnarsi perché questa emergenza sanitaria possa essere superata».

«Restate in casa – ha detto il ministro -, uscite soltanto se c’è una stretta necessità di farlo. Tra l’11 e il 17 marzo le forze di polizia hanno controllato più di un milione di persone e quasi 50mila sono state le denunce per la mancata osservanza delle disposizioni. Con il crescente numero di contagi e con la drammatica esposizione al virus soprattutto del personale sanitario, il Paese gioca una partita che deve essere vinta a tutti i costi».