Non sempre si ha a disposizione molto tempo per viaggiare, ma alle volte anche una sola giornata è sufficiente. Certo, bisogna fare una selezione, ma ciò non vuol dire che non  si possa godere della bellezza di un luogo. Per venire incontro a tutti coloro che non hanno la possibilità di una vacanza, ma vogliono comunque concedersi una breve pausa, abbiamo pensato di suggerivi cosa fare a Palermo in 24 ore.

Palermo è una città molto bella: se decidete di visitarla, lasciate a casa gli stereotipi che troppo spesso la accompagnano. In sole 24 ore non si può davvero godere di tutto il suo fascino, ma è comunque un ottimo punto di partenza.

Imperdibile è, naturalmente, un passaggio al Teatro Massimo: si trova in piazza Verdi, quindi in pieno centro (sapete che dentro c’è anche un fantasma? Scoprite qui la storia). Molto vicino è lo storico Mercato del Capo: non si può non andare in almeno uno dei mercati del capoluogo, lasciandovi trascinare dai colori, dalla folla, dalle bancarelle.

Camminando verso il centro storico, vi ritroverete a passare davanti diverse chiese: qualora fossero aperte e visitabili, entrate in quelle che più vi ispirano. Bellissima è Casa Professa, che vi lascerà davvero senza parole. Vi consigliamo di fare una tappa alla Cattedrale, che si trova in corso Vittorio Emanuele. Stupendo anche il Palazzo Reale, con la Cappella Palatina.

Se vi trovate a passeggiare lungo via Maqueda, passate da piazza Pretoria, per ammirare la Fontana della Vergona. Vi basterà girare un angolo per trovare San Cataldo e la Martorana. Riconoscerete subito le cupolette rosse!

A questo punto è arrivato il momento di vedere il mare. Avete due scelte: potete decidere di andare al Foto Italico e la Cala, che si trovano in città. Al Foro Italico troverete un bel prato, perfetto per rilassarsi in una giornata di sole. Se volete, invece, vedere la borgata marinara di Mondello, avrete bisogno di un tragitto lungo in bus e di più tempo: a voi la scelta.

Cosa mangiare a Palermo

Non abbiamo, naturalmente, dimenticato l’aspetto gastronomico. Passeggiando da un monumento all’altro, vi verrà sicuramente fame! Il primo consiglio è quello di provare lo street food. Gustate uno sfincionello da uno dei carretti sparsi per il centro storico e lasciatevi guidare dal gusto alla ricerca di pezzi di rosticceria e prelibatezze fritte.

LEGGI ANCHE: La ricetta dello sfincionello palermitano

Una volta terminate le vostre passeggiate, al calar del sole, sarà il momento di un meritato aperitivo. Qui, vi diamo più opzioni. Per immergervi nella movida più folkloristica, potete fermarvi alla Taverna Azzurra, nel Mercato della Vucciria. Se volete, invece, una soluzione più classica e tradizionale, potete scegliere uno dei tantissimi localini che offrono la possibilità di bere un drink e mangiare.

A questo punto, la vostra giornata a Palermo dovrebbe essere terminata. Lo sappiamo: non abbiamo potuto includere luoghi iconici, come Monte Pellegrino, con il Santuario di Santa Rosalia, oppure i musei della città. In appena un giorno, purtroppo, non si può fare tutto!

Foto di Irine Litanishvili